Ultima fermata

Era sabato 22/02/2020, eravamo io, Pomodoro e Coccinella, presso l’Ospedale Umberto I di Corato. C’erano pochi bambini, ma alcuni già ci attendevano fuori allo spogliatoio.

Mentre ci cambiavamo scherzavamo, ci davamo consigli ed immaginavamo già come muoverci, consapevoli dei due piccoli che erano fuori alla porta.

Sul Covid19 nemmeno una parola, o forse ne abbiamo parlato come un qualcosa di moto lontano da noi! Chi poteva immaginare che quella sarebbe stata l’ultima fermata del nostro treno? gli ultimi sorrisi scambiati con quei bimbi, con le infermiere, con gli oss e i dottori di quel reparto? ma anche di tutti gli altri luoghi che siam soliti visitare.

E’ stata una bellissima uscita, i bimbi erano tutti in fase di dimissioni, ma se l’avessimo saputo, saremmo rimasti lì ancor di più a far scorta di sorrisi e di abbracci!

Abbiamo preso in giro una nonna che non faceva altro che ridere, duellato a suon di palloncini, dato da mangiare alla nostra mascotte Lady Pink; visto mondi immaginari… insomma un’uscita ricca di avventure, che ha allontanto ogni singolo brutto pensiero!

Dopo qualche giorno la consapevolezza che quella è stata probabilmente l’ultima fermata del 2020 … torneremo dopo l’estate? io spero di si, ma probabilmente lo faremo bardati come gli astronauti; forse diventeremo tutti clown astronauti! Le mascherine decorate sono già in programma, non ci resta che aspettare che questo esserino invisibile ci dia l’ok per tornare a vivere, non alla normalità, ma con un po’ più di tranquillità!

Con Affetto,

Gianburrasca